PROMETEO BLOG - La paura di perdere qualcosa - di Erica Lanzoni - PROMETEO BLOG - PROMETEO A.S.D. A PROMOZIONE SOCIALE

Vai ai contenuti

Menu principale:

PROMETEO BLOG - La paura di perdere qualcosa - di Erica Lanzoni

PROMETEO A.S.D. A PROMOZIONE SOCIALE
Pubblicato da in Osservazione ·
Tags: osservazioneconsapevolezza



Ciò che spesso mi ha bloccato o reso incapace di scegliere nella mia vita è stata la paura di perdere qualcosa. Vedevo qualsiasi scelta come una inevitabile perdita di qualcosa, anche di poco valore.
Per esempio, se scegli di prenderti un bel cappotto, scegli di "perdere" un tot di soldi. Se scegli di avere un figlio, scegli di "perdere" una serie di abitudini o di tempo per fare altro, se scegli un certo lavoro, scegli di escludere una serie di esperienze etc... se non scegli credi di mantenere tutto, tutte le possibilità aperte e tutte le energie risparmiate, ma a cosa serve vivere così? A lungo andare si diventa "tirchi" e aridi nel cuore.
Dal momento in cui si sceglie in realtà non esiste nessuna perdita, ma scambio, espansione di conoscenze, esperienze e conseguenze.
Scegliere è assumersi le conseguenze. Anche chi non sceglie in realtà sceglie, giustamente si è liberi di scegliere anche di non vivere. Inizialmente non ho scelto di praticare yoga e meditazione.
Continuare a fare una cosa con costanza non significa averla scetla, sono rimasta per lungo tempo in una condizione di "prova"... provo come mi sento, come mi trovo, vedo cosa succede...poi sceglierò.
Avevo l'impressione di poter tornare sempre indietro, riprendermi tutte le mie abitudini, le mie serate in giro a cazzeggiare... credo sia fondamentale assaggiare, ma una volta assaggiato un gusto di un gelato siamo benissimo in grado di capire se vogliamo mangiarlo o no, ma decisamente é meno impegnativo e piu' sicuro fermarsi ad assaggiarli tutti.

Nonostante io abbia questa bruttissima abitudine, con la pratica dello yoga e della meditazione fin da subito mi accorsi di una trasformazione che non poteva avere molte strade alternative.
Di una trasformazione semplicemente utile, armonica e necessaria.
Assistendo giorno dopo giorno a questa trasformazione, ho capito che purtroppo non si può provare a vivere, provare ad amare.. ad un certo punto, bisogna fare, bisogna entrarci senza riserve, senza risparmiare nulla di cio' che possiamo dare e di quello che chiamiamo cuore.
Scegliere vuol dire andare oltre la paura di perdere, perché appunto è solo una paura.
Scegliere una direzione per me è desiderare di perdere tutto pur di rimanere in quella direzione, e' lottare, è desiderare di rimanere nudi e aperti ad accogliere le conseguenze della scelta come fossero dei doni. Belli o brutti che siano.
È dire "io l'ho scelto".
Non..... "mi è successo".

Di Erica Lanzoni - Praticante Yoga e Meditazione


Bookmark and Share

Torna ai contenuti | Torna al menu