PROMETO BLOG - Accenni alternativi alle problematiche della pelle - di Walter Falletti - PROMETEO BLOG - A.S.D. PROMETEO A PROMOZIONE SOCIALE

Vai ai contenuti

Menu principale:

PROMETO BLOG - Accenni alternativi alle problematiche della pelle - di Walter Falletti

A.S.D. PROMETEO A PROMOZIONE SOCIALE
Pubblicato da in Medicina alternativa ·
Tags: medicinapelle



Il nostro interno manifesta per risonanza verso l’esterno gli effetti del suo funzionamento, la pelle dunque rispecchia situazioni fisiologiche, patologiche, psicologiche ed emotive interne.
Secondo antichi testi taoisti le energie impure vengono eliminate attraverso il naso, i solidi impuri attraverso il grosso intestino, i liquidi impuri attraverso la vescica, ed attraverso la pelle vengono eliminate le impurità del sangue e dei liquidi organici.
Nella medicina cinese il polmone è in relazione a livello energetico con la pelle, e governa i rapporti con l’esterno del corpo, un disequilibrio all’interno del polmone  si riflette in un disequilibrio a livello cutaneo.                                                                                                                           Un equilibrio nelle funzioni cutanee è il presupposto fondamentale per un buon rapporto con l’esterno.                                                                                                                                                           Il polmone rappresenta la prima barriera difensiva della macchina vivente, il luogo dove si scontrano le energie cosmo patogene esogene (dall’esterno) e le energie endogene (cioè dall’interno).                                                                                                                                             Ricettività, creatività, scambio, trasformazione, superamento dei limiti, tolleranza, umiltà sono caratteristiche della Loggia energetica del Metallo (in MTC formata dal Polmone e Grosso intestino), per contro la tristezza, la angoscia, il disprezzo, l’avarizia, la secchezza, la danneggiano.
Alcune cause a livello energetico delle problematiche cutanee includono l’alimentazione, le cause psichiche, le cause interne o esterne.      
Le cause alimentari passano attraverso disequilibri del grosso intestino (che può causare per esempio malassorbimento vitaminico) e dello stomaco; sovente sono presenti infatti intolleranze alimentari al latte vaccino, al pesce, crostacei, molluschi, soia, farina di grano, frutta secca, alcuni tipi di frutta o verdure. Alla base a volte vi sono in modo specifico carenze di vitamina A e vitamina B5.                                                                                                                            Pasti ingurgitati troppo rapidamente, disequilibrio nei sapori, abuso di cibi grassi, latticini, carne, alcol/aceto, dolciumi, bevande zuccherate, di cibi fritti, e di prodotti marini, portano ad una disarmonia di milza pancreas - stomaco, il sangue ha la tendenza a ristagnare e a scaldarsi. La cute può essere vista come collettore ultimo di tutte le patologie del sangue con ripercussioni sulla medesima.
Le cause psichiche dovute per esempio ad un eccesso energetico di cuore ed intestino tenue possono  danneggiare o esercitare un controllo eccessivo sul Polmone, grosso intestino. Traumi, lutti, tristezza, problematiche affettive, possono intaccare il polmone attraverso il cuore a livello energetico e causare disfunzioni cutanee.                                                                         Per esempio la psoriasi è più frequente nei soggetti ossessivi, negli ansiosi puri e nei biliosi. Le crisi  sono spesso legate a stress affettivi ed emozionali, fatto questo che mette in evidenza la partecipazione del Fegato che è l’organo più sensibile ai fattori emozionali.                           L’individuo è prigioniero della sua corazza.                                                                                           Vivere significa confrontarsi: confrontare il proprio  interno con il nostro esterno, facendo poi una sintesi.                                                                                                                                               Sono soggetti che non si sentono amati e compresi, che non hanno dialogo con il prossimo, sono spaventati.                                                                                                                                                  La frustrazione deriva dal conflitto tra obbligo e desiderio, il chiudersi in sé e l’espandersi.               Il sentirsi incompresi è un blocco del Qi del Fegato, il sentirsi non amati è un rallentamento dello Shen/Cuore.
Cause interne (endogene) dovute a fattori ereditari legati ai Reni - Vescica, possono verificarsi, inoltre la pelle è molto sensibile al calore interno proveniente dal fegato e cistifellea quando sono in eccesso energetico.
Cause esterne (esogene); la pelle che dipende dal polmone è la prima barriera difensiva molto sensibile alle aggressioni esterne. Circa 100 piante diverse sono note per essere in grado di causare dermatiti in soggetti sensibili, ma anche agenti irritanti industriali minerali, tinture per capelli, decoloranti, tonici della pelle, smalti, profumi, lana, seta, nylon, e vari detergenti e saponi e shampoo, ma anche alcuni farmaci applicati esternamente come atropina, belladonna, acido fenico, iodio, mercurio, penicillina, sulfamidici, solfuri, catrami, e trementina.
Importante l’osservazione dei punti dove si manifestano le perturbazioni della pelle perché potrebbero rivelare anche altri apparati compromessi anche come zone riflesse.
Individui che sono troppo sensibili alle pressioni ambientali, poco “protetti”, poco resistenti ad un eccesso di stimolazione che tollerano male il troppo rumore, la confusione, la folla, che risentono degli atteggiamenti aggressivi, possono sviluppare delle patologie della superficie cutanea dove non si attua il movimento di protezione e di chiusura dello Yang, con acne, foruncoli dermatiti e simili. Tendono a creare delle barriere come difesa, con malattie della pelle oppure con aumento di peso e di taglia, crescita di barba.                                                               La dermatite per esempio può essere legata ad un insieme di sentimenti di disistima, vergogna e rifiuto di sé.
La dieta nel trattamento delle problematiche alla pelle e quindi nelle dermatiti in generale è fondamentale.
Una settimana di sola frutta è consigliata, disintossicante e ripulente. Poi si deve adottare una dieta ristretta almeno per due settimane.                                                                                                           A colazione una spremuta o un succo di arancia e di pompelmo.                                                     A pranzo una insalata di verdure crude di stagione con aggiunta se vogliamo di uvetta e fichi.             La cena può essere costituita da verdure al vapore come spinaci, cavoli, carote, rape, cavolfiore.                                                                                                                                                   Latticini, dolci, tutti i condimenti, spezie, zucchero bianco, farina bianca e prodotti derivati, tè, caffè, alcol ed altre bevande stimolanti dovrebbero essere evitati.                                               Dopo questo periodo di dieta ristretta si può intraprendere una dieta equilibrata a base di cereali, noci e semi oleosi, verdura e frutta. L’enfasi deve essere sulla frutta fresca e verdure crude. Il succo senza zucchero aggiunto, combinato della mela, carota, sedano, è particolarmente utile nel trattamento della dermatite.
Un clistere di acqua calda deve essere utilizzato ogni giorno per pulire le viscere durante la prima settimana del trattamento.                                                                                                           Bagni di sale Epsom possono essere presi due o tre volte alla settimana.                                                  Le zone colpite possono essere bagnate due volte al giorno a base di acqua calda con sali di Epsom.                                                                                                                                                                     Un po’ di olio di oliva può essere applicato dopo il bagno con i Sali.                                                         In caso di problemi dovuti a cause esterne, il trattamento più efficace consiste nell'applicazione di una miscela di bicarbonato di sodio e olio di oliva. Il sodio alcalino neutralizza gli acidi velenosi formati nelle ferite e dell'olio mantiene la pelle in una condizione rammollita.                                                                                                                              Anche impacchi di succo di menta fresca sono ottimali, in caso di eczema, dermatiti, foruncoli, brufoli etc.
Sarebbe ottimale effettuare una doccia al mattino oltre che la sera (anche come fattore di igiene personale e di prevenzione) per eliminare tutte le tossine che il nostro corpo nella notte ha portato fuori a livello cutaneo con il sudore anche se minimo.                                     Attraverso la doccia ci ripuliamo sia fisicamente ed emotivamente che energeticamente e siamo pronti per affrontare la giornata puliti senza portarci dietro scorie accumulate nella notte, che il nostro corpo tenta di eliminare proprio nel primo periodo della giornata dalle 4.00 alle 11.00. Una doccia leggera anche solo con acqua.                                                                                  I trattamenti specifici riportati qui sopra vanno comunque avallati dal proprio medico di fiducia.
L’esercizio fisico è uno dei mezzi più preziosi per purificare il sangue e prevenire le tossine, alcune asana Yoga ed esercizi di Qi Gong oltre che di meditazione silenziosa durante la giornata sarebbero consigliati. Ma anche un adeguato riposo fisico e mentale.                       Importante stare all’aria fresca, ma evitare l’esposizione al freddo, e adottare orari regolari nel mangiare e nel dormire.
Lo stress è un fattore da non sottovalutare, spesso la nostra vita è disordinata, priva di momenti di stop e rilassamento ed adeguato recupero, perennemente immersi nel rumore, il silenzio molte volte è sentito come imbarazzante, in assenza di pasti regolari ed adeguato riposo.                                                                                                                                                        Piuttosto che mangiare di fretta in piedi o di corsa è meglio saltare il pasto e concedersi un momento opportuno per consumarlo in tutta calma e distensione.                                            Ricordiamoci che tutte le bevande fredde o da frigo aggrediscono lo stomaco e l’intestino impedendogli il giusto lavoro e distensione.                                                                                                 La fretta, la preoccupazione, la tensione, il non fermarsi mai, la rigidità, il nervosismo, la poca disponibilità ed apertura sono tutti fattori che danneggiano i nostri apparati.                                         La digestione e l’accoglienza del cibo e dell’aria sono una fonte primaria per il nostro organismo di energia.                                                                                                                               La tensione per esempio ci porta in blocco tutti i canali energetici creando blocchi e ristagni pericolosi, ed in questo la pelle è una cartina di tornasole del nostro stato.
In sintesi i fattori scatenanti delle problematiche alla pelle sono multipli e diversi e coinvolgono a livello energetico diversi apparati organi e visceri, il sangue e fattori psicologici ed emotivi, ma anche l’alimentazione.
Attraverso la pelle possiamo lavorare su tutti i nostri organi e visceri interni, e di riflesso attraverso tutti i nostri organi e visceri interni possiamo lavorare sulla pelle.
In caso di situazioni estreme alleviare il dolore ed eliminare o abbassare la soglia del sintomo è molto utile, ma poi va effettuata un attenta analisi delle cause scatenanti ed agire di conseguenza attraverso trattamenti specifici sia energetici che psicofisici ed una dieta bilanciata per fornire un ausilio al riequilibrio del nostro organismo, che inevitabilmente si rifletterà sulla nostra pelle.

di W.Falletti - Oriental Medicine Doctor



Bookmark and Share

Torna ai contenuti | Torna al menu